Può Avere Effetti Antiossidanti

Il danno da radicali liberi colpisce soprattutto il DNA, ovvero il nostro patrimonio genetico. In condizioni normali il nostro organismo riesce a tenere sotto controllo l’attività dei radicali liberi attraverso speciali sostanze “antiossidanti” endogene (sintetizzate autonomamente) ed esogene (presenti negli alimenti).

Batteri e virus, alimenti, radiazioni, raggi ultravioletti, inquinamento, fumo di sigaretta, gravidanza, malattie, farmaci, contraccettivi, alcool, obesità, stress, fatica, sport eccessivo sono solo alcuni dei fattori che possono aumentare la formazione di radicali liberi nel nostro organismo, determinando un danno che a lungo andare procura una progressiva usura di corpo e mente e quindi invecchiamento precoce.

Le Bacche di Goji sono la fonte natutale più completa di antiossidanti che si può trovare.

[vitamina C, beta-carotene, cistina, riboflavina, manganese, zinco, rame, selenio…]

Flavonoidi

Sono composti chimici naturali che fanno parte della vasta famiglia dei polifenoli. Sono composti indispensabili per la salute dell’organismo, in particolar modo per la loro notevole attività antiossidante e di scavenging ( pulizia, eliminazione ) dei radicali liberi. Numerosi studi hanno dimostrato che una dieta ricca di flavonoidi potenzia l’azione antiossidante del plasma umano e questo si traduce in una notevole azione di prevenzione rispetto a patologie quali le malattie cardiovascolari, le malattie neurodegenerative, le allergie, il diabete, l’osteoporosi.

Antiossidanti

Gli antiossidanti sono parte fondamentale della nostra rete difensiva e agiscono contro i danni provocati dei radicali liberi.

Le principali fonti dello stress ossidativo sono l’inquinamento, il fumo di sigaretta, lo smog, l’alcool, la cattiva alimentazione, i farmaci e le scorie metaboliche che da essi derivano.

Queste molecole amiche rallentano o prevengono l’ossidazione di altre sostanze. L’ossidazione è una reazione chimica, che prevede il trasferimento di elettroni da una sostanza ad un ossidante. Tali reazioni di ossidazione possono determinare la formazione di radicali liberi, i quali possono innescare una reazione a catena che danneggia o distrugge le cellule. Gli antiossidanti bloccano queste reazioni a catena facendo ossidare se stessi e ponendo termine a tale processo.

ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity) è un esame standardizzato adottato dal ministero USA dell’Agricoltura per misurare il potere antiossidante degli alimenti.

Orac (umTE/100g)

Ningxia wolfberry (Goji) 30300
Chinese wolfberry 20200
Acai 18400
Lampone nero 16400
Melograno 10500
Prugna secca 5700
Mora 5100
Boysenberry (incrocio tra mora e lampone) 3500
Mirtillo 3200
Susina 2800
Lampone rosso 2700
Fragola 2600
Arancia 2400
Ciliegia 2100
Uvetta 2100
Aglio 1900
Cavolo verde 1800
Lampone 1600
Pesca 1300
Spinaci 1200
Uva rossa 1100
Cavolini di Bruxelles 900
Germogli di erba medica 900
Cime di broccoli 900
Kiwi 900
Barbabietola 800
Mela 400
Cipolla 400
Cavolfiore 400
Mango 300
Cavolo 300
Banana 300
Pomodoro 200
Carota 200

Bacche di Goji Ningxia

Le Bacche di Goji (Lycium Barbarum) del Ningxia, regione posta a nord della Cina, sono sono dette anche “frutto del paradiso”, “diamante rosso” o “frutto della longevità“.

Queste bacche, che noi esclusivamente utilizziamo, crescono in un altipiano attraversato dal Fiume Giallo;  questo altopiano è caratterizzato da elevate escursioni termiche e da un terreno alcalino particolarmente ricco di sali minerali. Il Fiume Giallo porta con sè il Loess, una polvere gialla capace di fertilizzare naturalmente il terreno del Ningxia, senza l’ausilio di fertilizzanti chimici.

Questa grande fertilità del terreno supporta l’eccellenza delle bacche del Ningxia, raccolte a mano, cernite, lavate, sterilizzate ed essicate. Il tutto secondo i più moderni standard igienici.

La zona del Ningxia presenta un clima piuttosto ostile, con escursioni termiche da +38,5°C a -15°C. L’aridità del terreno e le escursioni termiche temprano le piante che riescono a sopravvivere in questo luogo avverso sviluppando sostanze (polisaccaridi bioattivi) che le rafforzano e le arricchiscono di principi attivi.

Da secoli la medicina tradizionale asiatica celebra le bacche di Goji (Lycium Barbarum) come un alimento che può aiutare a mantenere lo stato di benessere dell’organismo umano.

Cosa sono…

Le bacche di Goji, sono piccole bacche di colore rosso, ve ne sono due specie: il Lycium barbarum (Níngxià gǒuqǐ) e il Lycium chinense (gǒuqǐ), entrambe della famiglia delle Solanaceae (che include tra le altre la patata, il pomodoro, la melanzana).

Il nome goji è stato creato nel 1973 dall’etnobotanico nord-americano Bradley Dobos. Queste bacche rosse crescono spontaneamente nelle valli Himalayane, della Mongolia, del Tibet e nelle province della Cina dello Xinjiang e del Ningxia. Vengono coltivate da migliaia di anni e sono considerate un elemento essenziale nella medicina tradizionale cinese.

Oggi le bacche di goji sono presenti anche nel mercato occidentale, soprattutto in Inghilterra, Australia e Stati Uniti, essiccate o in concentrato miscelato con altri prodotti quali succhi di frutta, tè, snack, barrette, marmellate. Il loro sapore è paragonabile a quello del mirtillo o lampone.