Antiossidanti

Gli antiossidanti sono parte fondamentale della nostra rete difensiva e agiscono contro i danni provocati dei radicali liberi.

Le principali fonti dello stress ossidativo sono l’inquinamento, il fumo di sigaretta, lo smog, l’alcool, la cattiva alimentazione, i farmaci e le scorie metaboliche che da essi derivano.

Queste molecole amiche rallentano o prevengono l’ossidazione di altre sostanze. L’ossidazione è una reazione chimica, che prevede il trasferimento di elettroni da una sostanza ad un ossidante. Tali reazioni di ossidazione possono determinare la formazione di radicali liberi, i quali possono innescare una reazione a catena che danneggia o distrugge le cellule. Gli antiossidanti bloccano queste reazioni a catena facendo ossidare se stessi e ponendo termine a tale processo.

ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity) è un esame standardizzato adottato dal ministero USA dell’Agricoltura per misurare il potere antiossidante degli alimenti.

Orac (umTE/100g)

Ningxia wolfberry (Goji) 30300
Chinese wolfberry 20200
Acai 18400
Lampone nero 16400
Melograno 10500
Prugna secca 5700
Mora 5100
Boysenberry (incrocio tra mora e lampone) 3500
Mirtillo 3200
Susina 2800
Lampone rosso 2700
Fragola 2600
Arancia 2400
Ciliegia 2100
Uvetta 2100
Aglio 1900
Cavolo verde 1800
Lampone 1600
Pesca 1300
Spinaci 1200
Uva rossa 1100
Cavolini di Bruxelles 900
Germogli di erba medica 900
Cime di broccoli 900
Kiwi 900
Barbabietola 800
Mela 400
Cipolla 400
Cavolfiore 400
Mango 300
Cavolo 300
Banana 300
Pomodoro 200
Carota 200
Annunci

Polisaccaridi

I Polisaccaridi sono i principi attivi più numerosi nella bacca. Essi sono degli zuccheri complessi, che aumentano il livello energetico dell’organismo, la resistenza alla fatica,  l’umore, agiscono sulla memoria e sulla qualità del sonno. In sintesi migliorano lo stato di benessere psicofisico della persona.

Le Bacche di Goji contengono inoltre 4 polisaccaridi bioattivi unici, non presenti in nessun altra pianta riconosciuta: LBP1, LBP2, LBP3, LBP4.

Anche se (essendo carboidrati complessi) non sono molto digeribili, sono  importanti elementi dietetici per gli esseri umani.  I polisaccaridi  migliorano la digestione, e possono abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, attenuare l’assorbimento degli zuccheri,e  normalizzare i livelli di lipidi nel sangue.

Tali polisaccaridi determinano per larga parte le proprietà delle bacche di Goji; un alto contenuto di polisaccaridi, attivi sull’organismo umano, può essere considerato un indice perché il Goji sia considerato un rimedio naturale a tutti gli effetti.

Cosa troviamo in 100 grammi di bacche?

In 100 grammi di bacche essicate troviamo per esempio:

– 112 mg Calcio cioè 10% DRI*

– 1,132 mg Potassio cioè 24% DRI*

– 9 mg Ferro cioè 100% DRI*

– 2 mg Zinco cioè 18% DRI*

– 50 mg Selenio cioè 91% DRI*

– 1,3 mg Ribolavina (vitamina B2) cioè 100% DRI*

– 19/148 mg Vitamina C cioè 32/163% DRI*

* DRI = dietary reference intake o detto anche RDA = recommended daily allowance (consultabile sul sito del ministero della salute

Le bacche di Goji contengono altre sostanze fitochimiche per le quali non ci sono valori di DRI :

–  7 mg Beta-carotene

– 2,4/200 mg Zeaxantina

Germanio, molto raro in natura

Vitamine E, B1, B6

Polisaccaridi , il 31% del peso della bacca di goji, tra cui alcuni unici: LBP1, LBP2, LBP3, LBP4

Cosa contengono le bacche di Goji ?

Le bacche di goji contengono molte sostanze nutrienti e sostanze fitochimiche tra cui:

– 11 essenziali e 22 tracce di minerali ;

– 18 amminoacidi ;

– 6 vitamine essenziali ;

– 8 polisaccaridi unici e 6 monosaccaridi ;

– 5 acidi insaturi, inclusi gli essenziali, acido linoleico e acido alfa-linoleico, beta-sitosterolo ed altri fitosteroli ;

– 5 carotenoidi, tra cui beta-carotene e zeaxantina, luteina, lycopene e cryptoxantina ;

– numerosi pigmenti fenolici associate con le proprietà antiossidanti.